| Accedi

@SìamoUnMovimento

[“error”,”cURL error 28: Operation timed out after 5001 milliseconds with 0 bytes received”]
2 days ago
Oltre 250 studi cercano di trovare un farmaco contro il coronavirus: ecco i più promettenti e come potrebbero agire

Un altro approccio è quello che ha preso il via negli Stati Uniti: si tratta di effettuare una trasfusione dai pazienti che sono guariti e di donare il siero del loro sangue, che contiene gli anticorpi già formati, a quelli che hanno in corso l’infezione. Ricercatori del Laboratorio di Pediatria di Chongqing, Cina, hanno pubblicato una nota sulla rivista medica Lancet, dichiarando che il metodo ha già avuto buoni risultati con Ebola, Sars, Mers e influenza H1N1. La Food and drug Administration, l’ente che prevede ai controlli, ha dato il permesso di sperimentare.Questo sistema non è una novità: è in uso da cento anni, ed è stato adottato per esempio per il morbillo. Il meccanismo di funzionamento non è stato ancora chiarito e non si conosce l’efficacia. Durante la Sars, nel 2002, ha ridotto i sintomi e i giorni di ricovero in ospedale.

In attesa del vaccino, tutti i tentativi di “bloccare” il virus

2 days ago
I bambini dimenticati – Comune-info

Condividiamo volentieri questa lettera aperta anche e soprattutto alla luce della possibilità che maggiori livelli di vitamina D siano raccomandabili in questa brutta situazione .
Invitiamo tutti a sottoscriverla

( https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/03/26/news/coronavirus_studio_dell_universita_di_torino_assumere_piu_vitamina_d_per_ridurre_il_rischio_di_contagio-252369086/ )

https://comune-info.net/lettera-aperta-i-bambini-dimenticati/

Chiediamo un’ora d’aria per tutti i bambini/e e ragazzi/e. Lettera aperta. Articolo di aa.vv.

2 days ago

DIVULGHIAMO E SOTTOSCRIVIAMO MOLTO VOLENTIERI E COSÌ SPERIAMO TUTTI VOI:

Gentili soci e sostenitori dell’ Associazione Vita al Microscopio, vi chiediamo di sottoscrivere questa lettera.

Nella foto in fondo trovate la risposta alle recenti denunce da parte dell’associazione per il patto trasversale della scienza, nei confronti del dr.Stefano Montanari, della virologa Maria Rita Gismondo e la loro richiesta di chiusura del canale byoblu.

Si interpella il presidente dell’accademia dei lincei, il fisico prof. Giorgio Parisi, al fine di intervenire pubblicamente sul corretto dibattito scientifico.



https://www.pattoperlascienza.it/2020/03/25/coronavirus-abbiamo-denunciato-stefano-montanari/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/22/coronavirus-patto-trasversale-per-la-scienza-contro-gismondo-affermazioni-pericolose-che-replica-pietoso-lavoriamo-tutti-insieme/5745250/

Nel caso siate interessati vi chiediamo di indicare Nome, Cognome, professione, eventuale titolo di studio, comune e provincia di residenza ed inviare a

segreteria.vitalmicroscopio@gmail.com

Grazie a tutti quelli che interverranno in questo senso.

Cordiali saluti, Nino Ferri, presidente dell’Ass.ne Vita al Microscopio

3 days ago
Antenne 5G Italia – Google My Maps

Riflettiamo

Ecco dove si trovano le antenne 5G in Italia.

3 days ago

Continuiamo in questi momenti difficili ad informare i nostri attivisti e simpatizzanti.

Nel documento sottostante la giunta del Veneto dimostra di essere attenta alla salute dei cittadini che ne hanno più bisogno, ristabilendo un minimo di logica nella gestione dell’emergenza.

Esortiamo le famiglie che sono in situazioni analoghe di rivolgersi alle Asl o alle istituzioni competenti per attivare tali procedure, anche mostrando questo esempio virtuoso.

3 days ago
Sara Cunial

Grazie Sara Cunial

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=
500131750665047&id=141820489829510

ATTO RIVOLUZIONARIO N. 4

“Nel tempo dell’inganno universale, dire la #verità è un atto rivoluzionario”.

Diciamo la verità. Per esempio che i numeri non tornano e che i pazienti morti con #Coronavirus che “presentavano zero patologie” sono 6 (fonte: ISS) e che nel 88% dei casi è segnalata almeno una co-morbidità, ma in genere anche più di una (patologie cardiovascolari, renali, respiratorie, metaboliche, oncologiche, diabete, deficit immunitari, obesità o altre patologie croniche). E che questo basterebbe a capire che il Coronavirus sia un cofattore e quindi indicatore di altre criticità, così come ben spiegato dai primi timidi dati comparativi riportati nel sole 24 ore in questo post. Ma ancora molto c’è da aggiungere sulla comparazione epidemiologica con gli anni precedenti. È mai stato detto quanti casi di influenza ci sono stati negli ultimi 4 anni in Italia e quanti decessi collegati? Sappiamo il numero reale dei contagiati in Italia o negli altri Paesi?

Qui il parere del Dottor Diego Tomassone 👉
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3389814577712785&id=100000528277958

Qui il parere di Luc Montagnier sul Covid19, premio Nobel per la medicina 2008, lo scopritore dell’HIV, non un Burioni qualsiasi. Qui il video completo 👉 https://www.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=A4fC9dBo6uQ&app=desktop

Diciamo la verità. Per esempio che lo #stress è la prima causa di indebolimento del sistema immunitario, con aumento del rischio di contrarre infezioni virali. E che la #paura, incentivata da un (inspiegabile?!) bombardamento mediatico senza precedenti, lo aumenta eccome questo stress.

Qui il parere di Luca Pani, medico, psichiatra ed esperto di farmacologia 👉 https://www.dica33.it/coronavirus/36081/stress-coronavirus-commento-luca-pani.asp?fbclid=IwAR0hrD_VnquURaKoeku6auCtn74AsVIGGyHfQzsjaJp-eAEtIHEKQpLT0rI

Diciamo la verità. Per esempio che l’ambiente può influire indirettamente o direttamente sulla salute anche favorendo la circolazione di agenti patogeni e fattori biologici. In un Position Paper circa “l’effetto dell’inquinamento da particolato atmosferico e la diffusione di virus nella popolazione” è stata evidenziata “una correlazione tra la presenza di particolato e la diffusione del coronavirus”. Diverse evidenze scientifiche hanno correlato inquinamento dell’aria con la mortalità e con effetti dannosi a carico dell’apparato respiratorio. Il #PM10 causa molti disturbi collegati all’apparato respiratorio. Lo IARC ha classificato l’inquinamento dell’aria tra le sostanze cancerogene per l’uomo. Ad oggi le Regioni più colpite dal Coronavirus sono anche quelle che presentano più alti livelli di inquinamento dovuti all’impiego per uso agronomico dei fanghi di depurazione.

Diciamo la verità. Per esempio che in tutta questa storia il 5G c’entra eccome. Diversi esponenti del mondo medico-scientifico si sono pronunciati sull’ipotesi di correlazione tra l’irradiazione del #wireless mobile e il coronavirus. Tra questi Ronald Kostoff dichiara come sia ormai comprovato il fatto che il wireless abbassi le difese del sistema immunitario, esponendo le persone all’esposizione di virus e malattie. Il Coronavirus non sarebbe altro che l’ennesima riprova della vulnerabilità di un organismo indebolito, anche e soprattutto dalla pericolosa sommatoria di 5G, 4G, 3G, 2G e Wi-Fi. Uno studio di Seyhan afferma “le #radiazioni a radiofrequenza modulate a impulsi a 900 MHz inducono stress ossidativo su cuore, polmone, testicolo e tessuti epatici”. Il dott.re Oliviero dichiara “il 5G ha influito notevolmente nell’abbassamento delle difese immunitarie in quelle particolari zone d’Italia dove è sorto il problema”. La Dott.ssa Havas afferma “l’esposizione all’elettrosmog danneggia il sistema immunitario. Se il tuo sistema immunitario è compromesso a causa dell’elettrosmog o di determinati farmaci che stai assumendo o perché sei anziano è probabile che tu abbia una risposta a CoVId-19”. E il prof.re Johansson spiega: “i CEM possono agire attraverso l’inibizione della calcineurina (proteina che attiva le cellule del sistema immunitario) per sopprimere l’immunità, aumentando così il rischio di infezione opportunistica. Meccanismi d’azione plausibili”.

Tutti i video e le interviste si possono trovare qui 👉 https://oasisana.com – Alleanza Italiana Stop 5G

Diciamo la verità. Per esempio che alcune “coincidenze” andrebbero indagate. Per dire… nella zona rossa dal 24/12/19 fino a gennaio, quasi 34mila persone sono state vaccinate contro il Meningococco C, “con punte del 70% del target”. I Comuni della provincia di Bergamo sono stati interessati da un piano straordinario di vaccinazione che ha riguardato 21.331 cittadini. Nel bresciano i vaccinati sono stati 12.200. Nelle stesse zone, da 11/19, c’era stata la vaccinazione anti-influenzale, ancor più di massa (oltre 185 mila dosi somministrate a See more

4 days ago
Wedding Reporter Heidi Busetti

Onore a questi eroi…

Un’amica, a casa con la febbre, mi ha mandato questo video… glielo hanno inviato i colleghi di Ups di Treviolo (BG) e lei si è commossa.

Condivido con tutti voi questa energia, per dirvi che sì a Bergamo siamo sotto attacco.
Ma lo respingeremo.

Grazie ragazzi!

#molamia #covid19 #bergamononmolla

1 week ago

Egregio Ministro Roberto Speranza,
ci appelliamo al Suo buonsenso e al valore etico e morale che la Sua carica istituzionale riveste.

Come Ella ha già dimostrato con l’ordinanza del 20.03.2020, in particolare nell’articolo 1 comma b, l’importanza dell’attività motoria per preservare la salute di adulti e bambini anche e soprattutto in momenti così difficili è un fondamento irrinunciabile per l’equilibrio individuale e sociale.
Se non fossero bastati gli appelli e i pareri di scienziati e specialisti, in queste ore a ricordarcelo è l’OMS in una guida speciale per le persone dedicata all’emergenza Covid-19.

https://www.who.int/dg/speeches/detail/who-director-general-s-opening-remarks-at-the-media-briefing-on-covid-19—20-march-2020

Non saremo certo noi a farLe notare la grande dimostrazione di spirito di sacrificio e senso civico dei nostri connazionali grazie ai quali siamo certi che sapranno continuare a rispettare le regole ribadite dalla Sua ordinanza per evitare il contagio.

Ci sta a cuore la difesa dell’attività motoria anche e soprattutto per quei cittadini più in difficoltà in questa emergenza prolungata; coloro che per motivi di salute fisica e mentale traggono enorme giovamento anche da una breve passeggiata quotidiana all’aria aperta e che in assenza della stessa potrebbero veder precipitare la loro condizione già precaria, sommando ulteriore emergenza sanitaria e sociale a quella già in corso.

Le chiediamo quindi di ribadire la Sua ordinanza oltre la scadenza prossima del 25 marzo per tutto il territorio nazionale, visto che in alcune zone i governanti locali hanno preso l’iniziativa di negare questo diritto-dovere al benessere individuale nonostante l’evidenza che il rispetto delle norme di cautela per la distanza fra individui non sia un pericolo per la comunità e nonostante la dimostrazione fattiva che sia i nostri cittadini che le forze dell’ordine hanno saputo e sapranno rispettare e far rispettare le regole di sicurezza che anche l’OMS ci ricorda.

Buon lavoro.

1 week ago

Riceviamo segnalazioni che in alcune zone d’Italia le forze dell’ordine intimano il rientro nelle abitazioni di chi esce per attività motoria da solo e nei pressi della propria residenza.
È di ieri sera l’ennesima disposizione del ministero della salute che conferma il diritto di praticare l’attività motoria attenendosi alle regole disposte dallo stesso ministro.

Aggiungiamo a riguardo il parere di uno dei tanti esperti che si sono espressi sull’argomento.

https://www.atleticalive.it/garattini-un-errore-vietare-lattivita-motoria-rinforza-le-difese-immunitarie/

Vi consigliamo quindi di portare con voi la disposizione ministeriale per non incappare in fraintendimenti.

« 1 of 26 »

 

Sostienici con una donazione