Roma 12 aprile 2021 come al solito una piazza partita con le migliori intenzioni, con lavoratori giunti nella capitale da tutta Italia, ha rischiato di degenerare in scontri con le forze dell’ordine.

I promotori di #IOAPRO sostenuti da SìAMO, Liberiamo l’Italia e Marcia della liberazione, hanno saputo comunque gestire la folla quando alcuni provocatori, infiltrati tra le persone, hanno cominciato l’immancabile lancio di bombe carta.

A quel punto muniti di megafono sono riusciti a fare spostare un gran numero di persone in un lato della piazza stessa isolando i soliti noti.

Non cadremo nel qualunquismo e nel pressappochismo di chi dal disordine ha solo da guadagnare: Noi uniti in un ampio coordinamento nazionale, che tenterà di prendere vita sabato 24 aprile dalle ore 14:30 al circo Massimo, non vi consentiremo si strumentalizzare le persone che lottano per i propri diritti.