• Ottobre 15, 2021 11:17 pm

Il blog di SìAMO

La libertà non è un' opinione

Sbandati!

DiEmiliano Gioia

Mar 4, 2021

C’è una differenza enorme tra i diritti inscritti nella nostra carta costituzionale ed i diritti che, ogni uomo, donna, bambino hanno come bagaglio alla propria nascita. Ma questo sembra assurdamente sfuggire ai più, e questo produce in tutto il paese, un grande fermento di idee contrarie e critiche al sistema per quanto riguarda i diritti “inscritti” su carta, ma non smuove nulla per quanto riguarda i diritti naturali.
E allora?!
Allora siamo tutte falene che girano attorno ad una splendida lanterna: La nostra costituzione.
Falene sbandate, confuse che vanno ad urtare contro i vetri della lanterna, attratti dalla luce che purtroppo, nel nostro caso, è già stata vincolata, messa sotto controllo, ingabbiata in strutture legislative che ne limitano la forza e ne inibiscono le funzioni.
E’ questo che non è chiaro. E’ questo che sfugge ai più: La politica (l’arte di governare) non appartiene alle leggi. La politica appartiene ai cittadini, e laddove le leggi vanno contro gli interessi dei cittadini, la politica deve riuscire a cambiare le leggi. La politica (dei cittadini), laddove la legge produce ingiustizie, deve avere il coraggio e la forza di andare contro la legge.
Sia chiaro questo non vuole essere un invito ad infrangere la legge da parte dei cittadini. Questo è un invito a superare la legge ed a cambiarla attraverso l’unione di più forze che, ognuna con le proprie istanze mantenendo le proprie peculiarità, divengano massa critica che politicamente riesce a sovvertire lo status quo che ci hanno costruito attorno (con la nostra connivenza).

Il futuro possiamo cambiarlo, solo ed esclusivamente, inquadrando davvero il problema. Solo questo ci farà smettere di essere sbandati!