07Gennaio

#GIULEMANIDAIBAMBINI

schieràti dalla parte giusta

 

 

"Me ne lavo le mani" disse Pilato, e lo stesso fanno spesso i sindaci, gli assistenti sociali da loro gestiti, ed in fine i magistrati, che in verità dovrebbero difendere i minori dagli errori degli adulti. Invece hanno presto imparato a chiudere gli occhi e a considerare in più occasioni i bimbi alla stregua di pacchi postali.
Le dinamiche di intervento sempre più confusionarie da parte della magistratura in ambito minorile, a causa della mancanza di chiarezza normativa e a causa di troppi interessi monetari attorno ai circuiti di istituti affidatari,sono sempre state per noi una delle preoccupazioni primarie, perché primaria è la tutela psicofisica dei minori che di fatto costituiscono il futuro di questo paese.

È ora il momento di agire e abbiamo deciso di adottare la causa degli espropri ingiustificati di prole, storie di bimbi strappati alle famiglie in maniera coatta addirittura nei momenti in cui un bimbo avrebbe ancor più diritto a sognare, durante le festività natalizie ad esempio.

Questi bimbi e queste famiglie, invece di sognare si ritrovano a vivere incubi a causa di errori giuridici e burocratici evidenti. Minori strappati dagli addetti familiari senza un opportuna valutazione e senza che alcuno abbia tentato di dare ascolto agli allarmi giunti da più parti.


Quante volte dovremo ancora assistere a questi abusi burocratici?

Gli interessi di chi curano certe istituzioni?

Aiutaci a salvare l'infanzia: sostieni il finanziando della nostra campagna di manifesti.

#giulemanidaibambini

 

 

 

approfonidimenti:

"IL FATTO QUOTIDIANO" 1

"IL FATTO QUOTIDIANO" 2

"TREVISO TODAY"

Posted in Comunicati

Lascia un commento

Per favore fare il login per lasciare un commento. Login opzionale sotto.

Diventa un sostenitore di SìAmo!

Tesseramento
Partecipa

a SìAmo

Offri il tuo contributo e "sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo!"

Partecipa

SìAmo risponde

Contattaci

© Copyright 2019 - SìAmo

CREDITS
Ringraziamo Renato Murolo - fotografo della libertà per la gentile concessione di molte immagini di questo sito

Privacy Policy